Category Archives: Economia della conoscenza

Quelle frontiere dell’ambivalenza

“Introduzione ai media digitali” di Adam arvidsson e Alessandro Delfanti per Il Mulino Se è vero che ogni nuovo mezzo di comunicazione trova una sua legittimazione perché riempie un vuoto o perché realizza una promessa non mantenuta del medium che … Continue reading

Posted in Economia della conoscenza, Internet, Libri, Media, Politica, Sfera pubblica | 1 Comment

L’arcano della ricchezza

Seconda recensione al volume Marx e la società del XXI secolo a cura di Francesco Antonelli e Benedetto Vecchi uscita a firma di Marco Boffo sul manifesto del 16 novembre. Gli inediti cortocircuiti tra produzione e consumo. Un intervento a … Continue reading

Posted in Capitalismo cognitivo, Economia della conoscenza, Internet, Politica | Tagged , , , , , | Leave a comment

Marx e la società del XXI secolo

È il titolo di un libro uscito a cura di Francesco Antonelli e Benedetto Vecchi per Ombre Corte in cui – oltre ai contributi dei curatori, di Carlo Formenti, Vanni Codeluppi, Enrica Tedeschi e di Nick Dyer-Witheford – c’è un mio … Continue reading

Posted in Capitalismo cognitivo, Google, Intellettuali, Politica | Leave a comment

La cooperazione secondo Sennett

L’intervento di Richard Sennett questa mattina al Convegno “Oltre la crisi. Quale economia, quale società” promosso dalla Provincia di Roma parte da un’analisi sociologica della New economy, individuando proprio nei settori economici più avanzati le radici di una profonda crisi … Continue reading

Posted in Innovazione, knowledge workers, Politica | Tagged , | Leave a comment

Via da Google?

James Whittaker, ex Capo Sviluppatore di Google+, il social network di Google, lascia l’azienda di Mountain View con una lunga lettera personale, tradotta in italiano (Perché ho lasciato Google) dal blog Tagliaerbe. In sintesi, Whittaker pensava che Google fosse un’azienda … Continue reading

Posted in Economia della conoscenza, Google, Innovazione, knowledge workers | Leave a comment

Lo smartphone produttivo del dirigente e quello ludico del dipendente

Sempre penetrante Carlo Formenti: Nelle mani del dirigente lo smartphone è – per definizione – un efficace strumento produttivo che ha come solo difetto il rischio di far lavorare troppo; ma se a impugnarlo è il dipendente, l’aggeggio in questione … Continue reading

Posted in knowledge workers | Leave a comment

La macchina s’avanza e il lavoro cognitivo…

L’IBM ha progettato Watson, macchina pensante assunta da Citygroup per valutare i rischi finanziari e il grado di affidabilità dei clienti. Ne parla il Corriere (E il supercomputer trova lavoro a Wall Street). Watson è in grado di comprendere e … Continue reading

Posted in Capitalismo cognitivo, Innovazione, Intellettuali, Intelligenza artificiale, knowledge workers | Tagged , , | Leave a comment