Guerra e potere in Siria

Aleppo2

Non vedo parti con cui schierarsi e, quello che più mi angoscia, è che non vedo soluzioni praticabili.
Vedo l’orrore della guerra e osservo la nostra indifferenza verso quell’orrore. Il progressivo cinismo che ci fa levare lo sguardo da chi da quella guerra fugge.

Aleppo

L’implosione del sogno di un’Europa unita in pace dove, pur di soddisfare l’appetito della bestia ignorante razzista, non si esita ad innalzare muri e barriere per tenere l’uomo lontano dall’uomo e nascondere la guerra voluta da quegli stessi governi.

la strada

Vedo tutto questo e temo tutto il resto che i miei stanchi occhi saranno ancora costretti a vedere: quei padri sono io? quei figli, saranno i miei? E, ancora, non vedo soluzioni, né qui, né altrove.

Il potere gioca coi dadi delle nostre vite e ci costringe a rotolare nel suo gioco e a mostrare una faccia. Lui che non ne ha una, usa le nostre per vincere o perdere.

E quando perde, siamo noi che perdiamo. E quando vince, ci illudiamo che perdano altri.

– – –

In Siria, un bombardamento ha colpito un ospedale in Aleppo, pare che questa volta la colpa sia del Governo o dei suoi alleati. È rimasto ucciso anche l’ultimo pediatra rimasto in città.

Intanto l’Austria ha deciso che chiuderà il passo del Brennero con un muro, l’Inghilterra ha rifiutato rifugio a tremila bambini intrappolati a Calais ed il Canale di Sicilia continua ad ingoiare nuove vite.

Advertisements
This entry was posted in Guerra, Immigrazione, Politica internazionale, potere and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s